Un progetto del 1540 di Antonio da Sangallo il Giovane

 

Palazzo Crispo Marsciano

A fianco  dell’ingresso n. 4  dell’Anello della rupe,  in Via Postierla, vi è il Palazzo Crispo Marsciano che sorge sul lato orientale del masso tufaceo. Iniziato su progetto di Antonio da Sangallo il Giovane nella prima metà del Cinquecento per il cardinale Tiberio Crispo, figlio naturale di papa Paolo III, fu completato nella seconda metà del secolo  da Ippolito Scalza per i conti di Marsciano, mantenendo una forte impronta sangallesca specie nelle proporzioni della facciata e nelle cornici delle finestre. La pianta presenta uno schema ad  U come la villa romana del banchiere Agostino Chigi, detta la Farnesina. L’edificio costituisce il modello architettonico dei palazzi orvietani del Cinquecento. Presenta il tipo di facciata “ a marcapiano” con bugnati agli angoli e nel portale ed eccezionalmente tutti i particolari architettonici in travertino.  Oggi è di proprietà demaniale.

 

Bibliografia

  1. Satolli, Orvieto ,Nuova guida illustrata, Città di Castello 1999
  2. Benocci, Architetture religiose e civili orvietane nel Quattrocento e nel Cinquecento, in C. Benocci, G. M. Della Fina, C. Fratini (a cura di), Storia di Orvieto III. Quattrocento e Cinquento, Orvieto, 2010.

 

Please follow and like us:
error

Vota questo articolo!

1 Stella2 Stella3 Stella4 Stella5 Stella (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.